Pizzeria 0871/82649 Laboratorio 0871/897153

Aperti tutti i giorni dalle 16.30 in poi, apertura solo pomeridiana. Lunedì chiuso.

La sete del pane

L’acqua ha un ruolo fondamentale nella preparazione del pane. E’ infatti l’acqua che idrata la farina, gonfia i grani di amido, assicura l’elasticità e l’allungamento del glutine, conferisce plasticità alla pasta e crea le condizioni necessarie affinché si metta in atto l’attività enzimatica che presiede alla fermentazione panaria.
Le migliori acque sono quelle di sorgente o di pozzo, la cui reperibilità però, per coloro che non abitano sul posto, è praticamente impossibile. Le acque troppo dure, clorate o ricche di sali terrosi, risultano poco adatte alla panificazione quindi di consiglia di farle bollire prima dell’uso, per eliminare perlomeno i composti volatili indesiderati come i sali di cloro e di calcio.
Al posto dell’acqua, o assieme a questa, per confezionare alcuni particolari tipi di pane può essere utilizzato anche il latte.
Tra i vari tipi di latte esistenti in commercio, chi non soffre di disturbi gastrici farà bene a dare la propria preferenza al latte fresco, cioè pastorizzato e intero, evitando di farlo bollire, affinché non perda le sue caratteristiche.
Condividi questo Post Facebook Twitter Pinterest
Commenta questo Post 0
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *